Skip to content

Coalizione civica per Bologna: primarie per il candidato il 28 febbraio

Coalizione civica Bologna
Coalizione civica Bologna
di Giusi Marcante
Alla fine saranno le primarie a scegliere il candidato o la candidata sindaco per Coalizione civica per Bologna, la forza a sinistra del Pd che si pone come alternativa di governo al sindaco Virginio Merola ricandidato dai democratici. La data è stata fissata per il 28 febbraio e la sfida, per ora, sarà tra Paola Ziccone e Federico Martelloni. L’ex direttrice del carcere minorile del Pratello e il giuslavorista di Sel sono di due nomi emersi finora in un percorso che nelle ultime settimane era apparso bloccato proprio sulla scelta del nome da far correre alle prossime amministrative.
Paola Ziccone si è candidata per rilanciare il profilo civico della Coalizione, ha spiegato in un’intervista durante la nostra trasmissione Sulla bocca di tutti. Durante la mattinata il presidente dell’associazione Andrea Gaddari ha specificato i termini con i quali si svolgerà il voto: non voteranno, come inizialmente ipotizzato, solo gli iscritti all’associazione, ma tutti quelli che si recheranno al seggio, verseranno due euro e si impegneranno a sostenere la coalizione alle elezioni, sottoscrivendo l’appello.
“Abbiamo deciso di aprire la consultazione – ha detto Gaddari – non solo ai cittadini del comune di Bologna, ma anche a tutti quelli del territorio provinciale. Questo perché il sindaco della città capoluogo è di diritto il numero uno della città metropolitana”.

Chi vorrà candidarsi dovrà presentarsi entro il 10 febbraio con 30 firme di iscritti all’associazione (che al momento sono alcune centinaia). I dettagli organizzativi sono in via di definizione, ma il voto avverrà in un unico seggio. La decisione, presa dal consiglio direttivo dell’associazione, dovrà essere ratificata dall’assemblea che si svolgerà domenica 14 febbraio. Sarà anche l’occasione per presentare i candidati che parteciperanno alle primarie.
Questo articolo è stato pubblicato su Radio Città del Capo il 2 febbraio 2016

Aiutaci a diffondere il giornalismo libero e indipendente.

Articoli correlati

L’Angelus del Papa e il silenzio della politica
di Gianluigi Trianni /
Giustizia di destra e politica sotto anestesia
di Massimo Villone /