Skip to content

Longplay: un documentario su cosa si nasconde dietro il vinile


di Noemi Pulvirenti
Era il 21 giugno del 1948 e negli Stati Uniti la Columbia Records stampava il “Concerto per violino e orchestra op. 64”, ultima composizione sinfonica del tedesco Felix Mendelssohn. Entrava così nelle case della gente il 33 giri e da allora il vinile ebbe una grande storia. Ma oggi, dopo l’avvento dei cd e degli mp3, ha ancora una vita il vinile? E cosa si nasconde dietro il clorulo di polivinile?
Long Play – Il suono lungo del vinile è un documentario nel quale si è voluto andare alla scoperta delle fasi della creazione di un disco in vinile, raccogliendo le testimonianze di professionisti del settore che giorno dopo giorno continuano ad alimentare questo mondo. Un mondo che oggi gode di nuova linfa e che continua ad appassionare non soltanto i nostalgici ma anche le nuove generazioni.
Gli autori Giovanni Vitale, Alessandro Gaffuri e Antonio Dalla Libera raccontano che l’idea iniziale era quella di fare un documentario su un processo industriale a rischio di estinzione. “E via via addentrandoci nella nascita di un vinile ci siamo resi conto che se un mercato ancora esiste, è solo grazie alla passione di alcune persone che attraverso i propri studi e i propri esperimenti hanno sviluppato negli anni quelle competenze necessarie per mantenere vivi i macchinari d’incisione e in alcuni casi per inventare nuovi metodi d’incisione dei vinili”.

Partendo da questo spunto sono nate alcune riflessioni che attraversano trasversalmente tutto il documentario emergendo con forza dalla voce dei suoi protagonisti: la differenza tra analogico e digitale non è solo numerica o qualitativa, ma per certi versi filosofica, culturale e simbolica. L’analogico rappresenta la solidità del supporto, la chiarezza e la qualità del suono e la conservazione nel tempo, l’arte, la manualità.
Il documentario è prodotto dall’Associazione Arancine in collaborazione con Noctivaga Musica, per gli interessati è possibile sul sito http://www.longplaythemovie.com acquistarne una copia oppure diventare sostenitori o sponsor del progetto.

Aiutaci a diffondere il giornalismo libero e indipendente.