Skip to content

Bologna, cronache da piazza Verdi. Gli autonomi: "I diritti ce li prendiamo a spinta"

Foto di Leonardo Tancredi

Il corteo ha sfilato senza essere scortato dalla polizia. Nel corso della manifestazione sono stati scanditi slogan contro l’austerità e di sostegno con la rivolta turca. Quando il corteo ha raggiunto Porta Mazzini, i giovani si sono riversati sui viali bloccando la circolazione. Infine in piazza erdi è stato piantato l’albero della libertà in solidarietà simbolica a #OccupyGezy. Chi lo ha fatto ha indossato le maglie delle squadre di calcio di Istanbul i cui ultras sostengono il movimento della primavera turca.

Aiutaci a diffondere il giornalismo libero e indipendente.