Skip to content

Una grande perdita alla Casa delle donne

Oggi [5 febbraio n.d.r.] la nostra Angela è scomparsa improvvisamente, lasciandoci attonite col suo ricordo ancora di ieri.
Angela Romanin è stata una socia storica della Casa delle donne, ha lavorato con noi sin dal 1993: ben 27 anni di impegno e attivismo a tutto tondo. E’ stata una delle voci più autorevoli nella lotta e nelle strategie per combattere la violenza contro le donne in termini femministi, attiva in ambito nazionale e internazionale. È stata colei che ha formato una generazione di operatrici e di volontarie che operano ed hanno operato alla Casa delle donne. Ha dedicato tutta se stessa per fare della formazione un punto di eccellenza della Casa delle donne, nella convinzione che nel lavoro e nell’esperienza di ciascuna operatrice e volontaria fosse custodito un sapere inestimabile e degno di essere trasmesso. Per questo sosteneva che il ruolo della formazione dovesse avere “una valenza unitaria e trasversale, oltre che politico-strategica”, a cui coniugare l’esperienza unica e originale di ciascuna donna, femminista e operatrice. È stata anche portavoce con le istituzioni, per la Casa delle donne di Bologna e per il Coordinamento dei Centri antiviolenza dell’Emilia Romagna di cui era l’attuale Presidente. Ci uniamo alle tante e ai tanti e siamo ancora incredule per la sua precoce e imprevista scomparsa.
Ciao Angela, femminista e donna di grande valore che ha dato la vita alla Casa delle donne.

Le socie, operatrici e volontarie della Casa delle donne per non subire violenza di Bologna.

Questo articolo è stato pubblicato su Casa delle donne il 5 febbraio 2021

Aiutaci a diffondere il giornalismo libero e indipendente.