Skip to content

Per Angelo Vassallo: non un eroe, ma un uomo come dovremmo essere

di Roberto Dall’Olio
Ci passavamo da Acciaroli
per la marina
di Camerota
un viaggio che durava
durava
ero piccolo piccolo
nell’azzurro di quel porto
dove mangiavamo il pesce spada
seppi poi
che ci andava Hemingway
chissà pure lui
a fondersi col mare
azzurro
quella voglia di esistere
in pace
col mondo

Angelo era di nome
ma non vassallo
come il cognome
il sindaco della politica
morto ammazzato…
non sia un eroe
ma l’idea di come
dovremmo essere
se si vorrà
che serva
la sua vita
Questo testo è stato pubblicato su Inchiesta online l’11 settembre 2014

Aiutaci a diffondere il giornalismo libero e indipendente.

Articoli correlati

Un immenso pubblico bianco ha permesso l’assassinio di Alika Ogorchukwu
di Wissal Houbabi e Marie Moïse /
Donne e sport, se l’abito fa la storia
di Mara Cinquepalmi /
Civitanova, Alika aveva un difetto: era di pelle nera
di Loris Campetti /